Addomesticamento del cane

25 giugno 2018 da Paolo Zambianchi

I nostri cani odierni derivano dai lupi. Tuttavia, quando e come il processo di addomesticamento sia avvenuto, è controverso. Eccoti un riassunto di alcuni fatti e teorie.

Come il lupo è diventato cane

Per addomesticamento si intende il processo attraverso cui una specie animale o vegetale viene resa domestica, ovvero dipendente dalla convivenza con l'uomo e dal controllo da parte di quest'ultimo. Alcune caratteristiche sono evidenziate da un allevamento mirato (aspetto, fiducia negli esseri umani, allevamento, ecc.), altre sono indebolite (ad esempio aggressività, timidezza, ecc.). In questo modo, la specie si allontana sempre più dai suoi antenati selvatici nel corso di secoli e millenni.

Quando e dove il cane sia stato addomesticato, non ci è ancora chiaro. Alcune stime scientifiche variano tra i 15’000 e i 100’000 anni fa.

Negli anni '90, gli studi sul DNA mitocondriale hanno concluso che la domesticazione dei cani domestici è avvenuta più di 100’000 anni fa, affermando anche che ciò sia accaduto varie volte e indipendentemente una dall'altra. Tuttavia, i più antichi reperti ossei di lupi con caratteristiche cinofile datano solo di circa 40’000 anni fa.

La stessa base genetica

Nel 2009, degli studi sul DNA hanno dimostrato che tutti i cani hanno lo stesso patrimonio genetico. Il punto di partenza è la Cina a sud del fiume Yangtzé. Un altro studio pubblicato nel 2013 afferma che l'addomesticamento ha avuto luogo in Europa, tra i 32’000 e i 18’000 anni prima della nostra epoca.

Reperti fossili di razze di cani di piccola taglia datano di 32'000 anni fa e provengono dal Vicino Oriente. Ciò viene interpretato come una discendenza dal lupo orientale.

Il lupo diventa cane

È chiaro che i nostri cani hanno come loro antenato il lupo. La tesi di Konrad Lorenz e di Theophil Studer, secondo la quale il cane domestico sarebbe almeno in parte discendente dallo sciacallo dorato, è stata smentita da indagini genetiche.

Erich Zimen, un noto cinologo, parla di “lupi casalinghi”. Si tratterebbe di lupi che hanno vissuto insieme all'uomo e con i quali hanno stretto un legame sociale, ma che non sono ancora stati addomesticati e quindi non hanno ancora subito modificazioni genetiche.

Una chiara prova dell'addomesticamento è fornita dai ritrovamenti di cani sepolti insieme all'uomo, come ad esempio una doppia tomba a Oberkassel, reperti provenienti da Israele e dall'Oriente di circa 14'000 anni fa.

Dalla Siberia all'America

In America, il più antico scheletro di cane conosciuto è stato trovato in Texas. Si dice che sia di 9’400 anni fa e che fosse imparentato con la popolazione eurasiatica, senza legami con i lupi americani. Si ritiene quindi che i cani siano arrivati in America del Nord con i primi insediamenti umani provenienti dalla Siberia orientale.

La chiave di tutto sta nella digestione

L'adattamento all'alimentazione umana, ossia la capacità di digerire l'amido, ha svolto un ruolo importante nel successo della domesticazione. Gli scienziati svedesi del gruppo di Erik Axelsson sono stati in grado di dimostrare tutto ciò attraverso un'ampia ricerca.

A mano a mano che gli esseri umani sono diventati più sedentari anche la loro dieta è cambiata. Si inizia a coltivare il grano, che diventa un alimento importante dell’alimentazione. Anche i cani si adattano bene al nuovo cibo e, potendo digerire gli amidi, assumono un vantaggio evolutivo notevole rispetto ai lupi e a quei cani che non possono o hanno difficoltà a digerire gli amidi. Questo cambiamento riflette una differenza importante nella genetica tra cane e lupo.

A differenza del gatto, il cane è un onnivoro. Oltre alla carne, che rimane il componente principale del cibo, egli si è abituato a consumare anche il grano, così come la frutta e la verdura.

Erede dell’antenato del lupo

Il cane era ed è probabilmente sempre stato l'animale più vicino all'uomo. Già da subito fu usato come compagno per la caccia, da guardiano per la casa o come cane da cortile o da compagnia.

Oggi ci sono più di 400 razze riconosciute. Sono state sviluppate razze molto diverse, alcune delle quali ricordano ancora più o meno l'antenato del lupo, mentre molte altre per niente. Tra questi ci sono il cane lupo cecoslovacco e il cane lupo di Saarloos, che provengono da incroci tra pastori tedeschi e lupi.

Tutto ciò è stato possibile perché il lupo e il cane domestico sono geneticamente molto vicini. Il loro aspetto ricorda ancora molto quello dei lupi. Allo stesso modo, il loro comportamento e le interazioni sociali hanno molte caratteristiche di un lupo, che può rendere di conseguenza la loro postura impegnativa e, talvolta, complicata.

Il miglior amico dell’uomo

Anche oggi il cane è utilizzato in vari campi, sia per la caccia che per la guardia, come cane poliziotto, per la ricerca e il salvataggio, per i non vedenti o semplicemente come compagno di una vita e membro della famiglia. I cani sono in grado di stringere profondi legami sociali con gli esseri umani e quindi dipendono dagli scambi sociali, rendendoli degli amici speciali e affascinanti per noi esseri umani.

<  Vai alla panoramica

Categorie

Ultimi post

Cadono le foglie colorate ...

01.10.2019 da Andrea Meyer

Vai all'articolo

Erboristeria

29.07.2019 da Paolo Zambianchi

Vai all'articolo

DEGUSTAZIONE GRATUITA

Ordina subito